Cerca:
Oasi della misericordia

Archivi del mese: Aprile 2017

《 Gesù  disse loro: «Stolti e lenti di cuore a credere in tutto ciò che hanno detto i profeti! Non bisognava che il Cristo patisse queste sofferenze per entrare nella sua gloria?». E, cominciando da Mosè e da tutti i profeti, spiegò loro in tutte le Scritture ciò che si riferiva a lui.》 (cfr Lc 24,13-35).
Due discepoli di Gesù,  ormai sconsolati e delusi per la tragica fine del loro Maestro,  ritornavano al loro villaggio,  Emmaus.  Tutto il mondo delle loro speranze di liberazione era crollato terribilmente…
In questa voragine di delusione e desolazione, appare Gesù,  Risorto!
Mentre Gesù spiega loro ciò che lo riguarda in tutte le Sacre Scritture, il cuore dei due discepoli s’ infiamma d’amore… Gesù non ci lascia nella tristezza, nella delusione e desolazione.  Si,  sono dei passaggi, a volte, forse, obbligati,  per “crescere”… Gesù ci parla ancora – sempre! – e ci ha donato il suo Spirito per comprendere le Sacre Scritture e vivere la sua Parola per sperimentare la vera “liberazione” dalle proprie “catene”, ciascuno ha le sue…
《Signore Gesù,  infiamma il mio cuore d’amore per te presente nella tua Parola per saperti riconoscere e servire soprattutto in chi ha bisogno》.Buona Domenica.  P. Antonio
《 Se camminiamo nella luce, come egli è nella luce, siamo in comunione gli uni con gli altri, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.》 (cfr 1 lettera di Gv 1,5-2,2).
Quando non c’è comunione tra le persone,  non c’è la luce della verità e della carità e si agisce seguendo i propri impulsi e i propri ragionamenti plasmati da quella carica emotiva…
L’apostolo Giovanni ci dice anche che dove non c’è comunione non c’è autentica consapevolezza/esperienza di Dio perché,  Dio è luce, è comunione!
《Signore Gesù, fa’ che alla tua luce vediamo la luce e diventiamo artefici di comunione nella verità e nella carità con i piccoli gesti quotidiani…》.Buona giornata e auguri ed una preghiera per chi si chiama Caterina. P. Antonio
《 Ora perciò io vi dico: non occupatevi di questi uomini e lasciateli andare. Se infatti questo piano o quest’opera fosse di origine umana, verrebbe distrutta; ma, se viene da Dio, non riuscirete a distruggerli. Non vi accada di trovarvi addirittura a combattere contro Dio!».》 (cfr Atti degli Ap. 5,34-42).
Duemila anni di storia del cristianesimo,  confermano le parole sagge e “profetiche” di Gamaliele, fariseo e dottore della Legge. Infatti, la testimonianza e la predicazione degli apostoli sono degne di fede e la Chiesa è di origine divina. Se non fosse opera di Dio, con la morte di Cristo, tutto sarebbe finito con lui, così come è stato con Teuda e Giuda il Galileo.  《Signore Gesù,  ancora oggi, vedendo la fragilità di noi cristiani e degli uomini di Chiesa, possiamo constatare con gratitudine, non solo le origini divine della tua “opera”, ma anche la costante presenza del tuo Santo Spirito che guida la tua Chiesa lungo i sentieri della storia, spesso difficili e impervi 》.Buona giornata! P. Antonio
《 Rispose allora Pietro insieme agli apostoli: «Bisogna obbedire a Dio invece che agli uomini.》(cfr Atti degli Ap  5,27-33).
Quelli che avevano messo a morte Gesù ( scribi, anziani del popolo, classe sacerdotale…), volevano impedire agli apostoli di testimoniare la passione, la morte e la risurrezione di Gesù di Nazaret e di insegnare nel suo nome. Ma gli apostoli hanno obbedito a Dio, rischiando e donando la loro vita… E noi? Spesso i criteri che guidano le scelte della nostra vita di cristiani non sono quelli che Gesù ci indica nel Vangelo… E poi ci si lamenta che le “cose” vanno male… !!《Signore Gesù,  aiutaci a non annacquare il tuo Vangelo,  ma ad accoglierlo così come è,  senza compromessi e “rispetto umano”, perché diventi vita nella nostra vita quotidiana tessuta da molteplici scelte e relazioni. 》.
Buona giornata! P. Antonio

《 In quel tempo, Gesù disse a Nicodèmo: «Dio ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna. Dio, infatti, non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.》 (cfr Gv 3,16-21).

In queste poche righe Gesù risponde agli interrogativi più profondi della ragione e del cuore d’ogni essere umano: Perché l’universo? Perché la storia degli uomini?  Perché la mia/tua storia? Perché l’evento Cristo nella storia?
Tutto finisce con la morte fisica o c’è un’altra vita oltre quella terrena?
Ai tanti perché,  una è la risposta: Per AMORE!
Fuori da questa “logica dell’Amore”, ogni tentativo di spiegazione del senso della vita e del creato risulta artificioso,  insoddisfacente, quindi inutile… 《Dio, Trinità d’Amore, solo tu puoi pacificare la nostra mente e appagare il nostro cuore che, al di là di ogni stranezza e considerazione, non desidera che amare ed  essere amato…perché così egli ci ha plasmati…》.Buona giornata!  P. Antonio
《 Siate sobri, vegliate. Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro cercando chi divorare. Resistetegli saldi nella fede》 (cfr 1 Pt 5,5b-14).
Si veglia per paura o per amore … attendendo la persona alla quale si vuole bene.
S. Pietro ci mette in guardia dalle insidie del diavolo che, in modo molto subdolo, si insinua nella nostra vita e nelle nostre relazioni interpersonali,  dentro e fuori la famiglia e le comunità ecclesiali e sociali. L’obiettivo del diavolo è inquinare,  scardinare, distruggere le relazioni fra noi e con Dio, trasformando il bene in male. Ecco, allora, la necessità di vigilare per custodire e far fecondare il bene, la’ dove siamo e viviamo…
《Signore Gesù,  aumenta la mia fede, vero scudo contro gli assalti del maligno…》.Buona giornata!  P. Antonio
《 Rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio.》(cfr Gv 3,1-8).
Queste parole di Gesù rivolte a Nicodemo (uno dei capi dei Giudei) costituiscono una chiara indicazione anche e soprattutto per il nostro tempo e la nostra cultura occidentale scristianizzata. In questa cultura l’essere umano cresce con la convinzione ( o illusione!!) che la sua realizzazione e il progresso dipendono dalle sue capacità e risorse. In questa cultura, si ritiene che ciò che è scientificamente possibile è lecito anche eticamente e religiosamente.
Ma non è proprio così!  Infatti, l’uomo rimane sempre più solo, e molto incerto il suo futuro…
《Signore Gesù,  donaci una salutare inquietudine per cercarti e renderci disponibili a lasciarci rigenerare dall’azione trasformante del tuo Spirito, perché venga il tuo regno…》. Buona giornata!  P. Antonio
《 Tutti i credenti stavano insieme e avevano ogni cosa in comune; vendevano le loro proprietà e sostanze e le dividevano con tutti, secondo il bisogno di ciascuno.》(cfr Atti degli Ap. 2,42-47).
Per il cristiano la solidarietà si fonda e si alimenta nell’esperienza di fede. Pertanto, posso dire di essere un cristiano solidale quando vivo da persona “risorta”, considerando i “beni” non come “mia” proprietà esclusiva,  ma mi sono affidati per andare incontro a chi ha bisogno.
È utopia?   Può sembrare impossibile vivere secondo il Vangelo,  ma nella misura in cui crediamo e Dio diventa il “tutto”  della nostra vita, allora impariamo anche a condividere non solo i beni spirituali ma anche quelli materiali.
《Signore Gesù,  converti il mio cuore, perché tu possa essere l’unico mio bene! 》. Buona Festa della Divina Misericordia. P. Antonio

《I capi, gli anziani e gli scribi … li richiamarono e ordinarono loro di non parlare in alcun modo né di insegnare nel nome di Gesù. Ma Pietro e Giovanni replicarono: «Se sia giusto dinanzi a Dio obbedire a voi invece che a Dio, giudicatelo voi. Noi non possiamo tacere quello che abbiamo visto e ascoltato».》(cfr Atti degli Ap. 4,13-21).
Quando abbiamo fatto un’autentica esperienza di Dio; quando abbiamo realizzato l’《incontro》con Gesù nella nostra vita, possiamo sbagliare (per questo ci ha lasciato i mezzi per riconciliarci…), ma non possiamo tacere la “verità” del Vangelo, quindi la persona di Gesù e il suo insegnamento. Per opportunismo non possiamo mostrarci indifferenti verso chi soffre (a causa di guerre ed altre violenze…), così ci renderemmo complici… Pur dichiarandoci cristiani, nel quotidiano non possiamo vivere come se Cristo non esistesse. Papa Francesco ci insegna molto su cosa non tacere e come dirlo… : Ammiriamo ed imitiamo!
Pur consapevole delle sue debolezze, è vocazione fondamentale di ogni cristiano essere “testimone” della fede che ha ricevuto; quindi testimone di ciò che ha sperimentato… 《Spirito del Risorto, aiutaci a non vivere nel “compromesso”, ma nella trasparenza e testimonianza della fede in Gesù Risorto》.Buona giornata!  P Antonio

  • Oggi ,venerdi  21 aprile dalle ore 19.00

Breve catechesi; Coroncina della Divina Misericordia; s. Messa.

 

Domenica 23 Aprile: Festa della Divina Misericordia dalle ore 17.00

Coroncina alla Divina Misericordia ;   s. Messa ;                                                                                                                                                                                                                                                                                                        aperitivo . In comunione col Parroco ,un invito particolare lo rivolgiamo alle Comunità parrocchiali di San Martino e di Amato per vivere insieme un’esperienza di “Festa della Comunità nel segno della Divina Misericordia”. P. Antonio