Cerca:
Oasi della misericordia

Archivi del mese: Giugno 2015

《Perché avete paura, gente di poca fede? 》(cfr Mt 8; 23-27).

I discepoli, nella barca in un mare in tempesta,  gridano la loro paura di essere sommersi dalle onde.

Forse,  anche noi, navigando il mare della vita, temiamo di essere travolti dalle “onde” di rapporti e

situazioni … Purtroppo, spesso non è la paura che domina le relazioni tra gli esseri umani .. . ? 《 Signore

Gesù, insegnaci a fidarci di Te, a guardare noi stessi e gli altri con i tuoi occhi ,  e “navigheremo” sicuri,

anche attraverso i “marosi” …》Buona giornata, p. Antonio.

《Tu sei Pietro e su questa pietra edificherò la mia Chiesa e le potenze degli inferi non prevarranno su di

essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli …》 (cfr Mt 16,13-19).

Pietro e i suoi successori sono il “segno ” visibile dell’unità della Chiesa,  così come Gesù l’ha voluta. Egli

non si blocca dinanzi alla fragilità e al tradimento di Pietro, così dinanzi ai nostri limiti e peccati. Basta

“consegnarci” a Lui – come ha fatto Pietro –  e Gesù,  in modo diverso,  ci affida la responsabilità della Sua

“casa”, i Suoi “beni” …《Signore Gesù,  fa ‘ che come Chiesa e singoli membri possiamo essere “segno

sacramentale” della tua presenza, amore, salvezza per le persone che incontriamo,  in ogni tempo, luogo,

cultura》. Auguri a chi porta il nome di Pietro o Paolo.  Buona giornata, p. Antonio.

《Se riuscirò a toccare le sue vesti,  sarò salvata》 (cfr Mc 5,21-43).

Con queste parole, questa donna,  ammalata da molti anni, manifesta la sua fede-fiducia in Gesù. Per

questa fede – che Gesù le riconosce! – è salvata nel corpo e nell’anima.  《Signore Gesù, anch’io desidero

“toccarti” per essere “sanato/a” … Fa ‘ che io possa toccarti nell’esperienza della fede …》.

Buona domenica, p. Antonio

《Egli ha preso le nostre infermità e si è caricato delle nostre malattie》 (cfr Mt 8,5-17).

Quando il dolore (nei suoi molteplici volti) si fa intenso, acuto e prolungato nel tempo … la nostra fede in

Dio Amore è fortemente provata, forse vacilla …

Ma, è proprio quando siamo stretti dalla morsa del dolore che dobbiamo “gridare”, con le parole e con i

gemiti del cuore,  tutto il nostro abbandono a Lui: 《Signore Gesù, unisci la mia sofferenza alla tua! Fa’

che io creda che la mia sofferenza è assunta  da Te e trasformata in fecondità di bene … anche quando non

comprendo…》. Buona giornata, p. Antonio.

《Un lebbroso si prostrò davanti a Gesù e gli disse: “Signore, se vuoi, puoi guarirmi》  (cfr Mt 8,1-4).

Ogni cammino di  “guarigione interiore”  inizia e comincia sempre di nuovo,  con la consapevolezza di

essere “malati” , quindi bisognosi di liberazione …salvezza!

Impariamo dal lebbroso – cioè, uno disprezzato e mandato via dalla comunità civile e religiosa – a

inginocchiarci dinanzi a Gesù, elevando con fede la nostra preghiera:  《Signore, se vuoi, puoi guarirmi》.

E, prima o poi, sentiremo il tocco della Sua mano e la Sua voce che ci sussurra: 《Lo voglio,  sii guarito》.

E la nostra gratitudine sboccia dal cuore:《Grazie, Signore Gesù! 》. Buona giornata ,p. Antonio.

《… Chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica,  sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito

la sua casa sulla roccia …》  (cfr Mt 7,21-29).

Gesù ci dà il “piano di costruzione” solido e antisismico: a noi la scelta! Se non vogliamo sprofondare

lentamente nelle sabbie mobili … lasciamoci “edificare”  dalla Parola di Dio,  quella scritta e quella

testimoniata da persone e comunicata da gesti ed eventi nella storia e nella nostra vita …

《Santo Spirito, fa ‘ che io mi converta alla saggezza del Vangelo,  Parola di vita …》.

Buona giornata, p. Antonio.

《Giovanni aveva preparato la venuta di Gesù …》 (cfr Atti degli Ap. 13,22-26).

Dio è un buon pedagogo! Egli prepara sempre la sua venuta nella storia e nella nostra vita … Dio, come ha

coinvolto Giovanni Battista,  così coinvolge noi a preparare la sua venuta ed essere segno della sua

presenza …《Signore Gesù, fa ‘ che io prepari la tua  venuta – là dove mi chiami a vivere – con la forza

della testimonianza e la semplicità della parola 》. Buona giornata, p. Antonio.

《Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro …》 (cfr Mt 7,6.12-14)

È questa la “regola d’oro”  scritta nel cuore di ogni essere umano … Essa sboccia dalla vocazione all’amore

e dall’intima esigenza della reciprocità dell’amore iscritta in ogni fibra del nostro corpo … Ne siamo

consapevoli? Ordinariamente pratichiamo questa “regola” prendendo noi l’iniziativa senza attendere o

pretendere da altri …? 《Santo Spirito, aiutami a vivere oggi questa regola d’ oro, attento/a alle esigenze

degli altri, cominciando dai più vicini …》. Buona giornata, p. Antonio.

《Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo

occhio?  … Ipocrita》 (cfr Mt 7,1-5).

Gesù è molto severo verso chi presume di essere “eticamente a posto” e giudica gli altri … Gesù sa – come

pure lo sappiamo noi ! – che il giudizio inquina e avvelena la mente, il cuore, l’anima  e, quindi, le relazioni

interpersonali in famiglia, nelle parentele, nelle comunità civili, religiose, ecclesiali,  politiche, negli

ambienti di lavoro …《Santo Spirito, liberaci dalla presunzione di essere “giusti”, “migliori” … e il nostro

“sguardo” sarà misericordioso …》. Buona giornata, p. Antonio.

《Ci fu una grande tempesta … Egli se ne stava a poppa,  sul cuscino,  e dormiva. Allora i discepoli lo

svegliarono e gli dissero: “Maestro,  non t’importa che siamo perduti? 》 (cfr Mc 4,35-41).

Chissà quante volte nelle “tempeste” della nostra vita e della storia, accade anche a noi di osare di

rimproverare Gesù per il suo “sonno” tranquillo,  mentre noi rischiamo di affogare … ! 《Signore Gesù,

donami la certezza della tua rassicurante presenza anche tra le “onde” impetuose della vita . .. Svegliami

dal sonno della mia incredulità …》 Buona domenica. P. Antonio.