Cerca:
Oasi della misericordia

Archivi del mese: maggio 2015

《Andate e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito

Santo,  insegnando loro a osservare tutti ciò che vi ho comandato … Ecco io sono con voi …》  (cfr Mt 26,16-20).

Oggi, solennità della SS. Trinità: è Gesù che ci rivela il Mistero di Dio Amore e, quindi, della comunione

tripersonale. La porta per entrare in questo mistero è il battesimo;  la chiave per aprire quella porta è l’amore che si

radica nella fede. Sì, l’amore,  perché Dio è Amore: eterna, reciproca, feconda relazione d’amore … L’amore è il “codice” per “conoscere” chi è Dio; chi siamo noi esseri umani creati a immagine della Trinità; e come dobbiamo

vivere,  se vogliamo realizzarci come uomini e donne, secondo le “radici” profonde del nostro essere.

《Santo Spirito, fa ‘ che io favorisca lo sviluppo della mia vera,  intima, profonda “natura”: amore-dono-comunione-socialità-solidarietà … nella vita ordinaria di ogni giorno》. Buona Festa nel Nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. P. Antonio.

《Cercai assiduamente la sapienza nella mia preghiera … Onorerò chi mi ha concesso la sapienza.  Ho deciso infatti di

metterla in pratica》 (cfr Siracide 51,17-27).

Per noi cristiani la “sapienza” è Cristo Gesù e il suo insegnamento. Occorre cercarlo, pregarlo, ma ciò che più conta è

la “decisione”  del cuore … “decidersi” per Lui! 《Signore Gesù, Sapienza incarnata, fa’ che io, ogni giorno,  tra tanti

e tanto,  sappia  ” decidermi” per Te con tutto il mio essere》. Buona giornata, p. Antonio.

《Facciamo ora l’elogio di uomini illustri,  dei nostri padri … Questi furono uomini di fede, e le loro opere giuste non sono dimenticate … Per sempre rimarrà la loro discendenza》(cfr Siracide 44,1. 9-13).

Noi, oggi, siamo parte di quella “discendenza” ! Siamo grati alla immensa moltitudine di quanti ci hanno trasmesso la testimonianza della fede; e, comunque,  grati,  a quanti ci hanno dato esempi di verità,  giustizia, bontà,  benevolenza,  solidarietà …

《Santo Spirito, ravviva in noi, la memoria del bene ricevuto e fatto ed esserne, per l’uno e l’altro,  sempre grati》. Buona giornata, p. Antonio.

《Egli scruta l’abisso e il cuore, e penetra tutti i loro segreti …Quanto sono amabili tutte le sue opere! E appena una

scintilla se ne può osservare》  (cfr Siracide 42, 15-26).

Ben Sira (autore umano del libro del Siracide) non è solo un saggio, ma un sapiente “contemplativo” che sa andare

oltre ciò che si vede … Sa cogliere l’Autore d’ogni “abisso”

e d’ogni “bellezza” presente nel creato e nelle creature … Impariamo quest’ arte esercitandoci … e lambiremo i

“fondali” del nostro “abisso” e del nostro Essere …

《Signore, che io impari a contemplarTi nelle tue “opere”, cominciando da me …》. Buona giornata, p. Antonio.

《Ascolta, Signore, la preghiera dei tuoi servi, secondo la benevolenza che hai verso il tuo popolo,  e guidaci sulla

via della giustizia,  e riconoscano tutti quelli che abitano sulla terra che tu sei il Signore,  il Dio dei secoli》

(Siracide 36,1-2a. 5-6).

La nostra preghiera abbia sempre un respiro universale: siamo membra di un unico Corpo!

La fede in Dio viene suscitata dalla nostra testimonianza: che responsabilità e che dignità!

《Signore, mio Dio, fa ‘ che la mia preghiera sia sempre motivata e animata dalla certezza della tua benevolenza …》

. Buona giornata, p. Antonio.

《Da’ all’Altissimo secondo il dono da lui ricevuto,  e con occhio contento,  secondo la tua possibilità,  perché il

Signore è uno che ripaga e ti restituirà sette volte tanto》 (cfr Siracide 35,1-15).

Che bella saggezza di un animo profondamente religioso! Il nostro Dio non ci chiede l’impossibile (questo lo riserva

per se’!). Egli ci chiede di condividere i doni ricevuti da Lui e farlo con gioia e generosità,  senza strafare,  ma

secondo le nostre “reali” possibilità.  Dio si fida di noi!

《Spirito Santo, fonte di ogni dono, insegnami/ci a saper donare a Dio e alla creatura bisognosa – sua immagine! –

quanto nella tua generosità mi/ci hai donato》. Buona giornata, p. Antonio.

《Quanto è grande la misericordia del Signore,  il suo perdono per quanti si convertono a lui!》 (Sir, 20-28). Misericordia …. perdono ….

Quante discussioni tra “rigoristi” e “lassisti” ! La Parola di Dio, invece, ci è sempre di luce: Vuoi ottenere misericordia e perdono che il Signore sempre dona con abbondanza? Convertiti! Lo sappiamo, ma abbiamo bisogno di farne sempre nuova  esperienza … 《Signore Gesù, che io sappia riconoscere e accettare la mia condizione di “misero” e peccatore per gustare la bellezza della tua misericordia e del tuo rigenerante perdono》. Buona giornata, p. Antonio.

《Quando verrà il Paraclito,  che io vi manderò dal Padre,  lo Spirito della verità che procede dal Padre, egli darà

testimonianza di me; e anche voi date testimonianza》 (cfr Gv 15,26-27; 16,12-15).

Oggi solennità di Pentecoste,  invio una bella e vera riflessione sulla presenza e azione/missione dello Spirito Santo.

È un testo di un vescovo ortodosso, Ignazio di Latakia.

 

《Senza lo Spirito Santo,

Dio è lontano,

il Cristo resta nel passato,

il Vangelo è lettera morta,

la Chiesa è una semplice organizzazione,

l’autorità una dominazione,

la missione una propaganda,

il culto un’evocazione

e l’agire cristiano una morale da schiavi.

Ma nello Spirito Santo

il cosmo è risuscitato

e geme nelle doglie del parto,

il Cristo Risorto è presente,

il Vangelo è potenza di vita,

la Chiesa diventa una Comunione Trinitaria,

l’autorità un servizio liberatore,

la missione è Pentecoste,

la liturgia è memoriale e anticipazione,

l’agire umano è deificato》.

Non stanchiamoci d’invocare la presenza dello Spirito,  in docilità di mente e cuore alla sua azione.

《Manda il tuo Spirito,  Signore,  a rinnovare ogn nostra terra, cominciando dal mio cuore …》.

Buona festa, p. Antonio.

《Questi è il discepolo che testimonia queste cose e le ha scritte, e noi sappiamo che la sua testimonianza è vera》

(cfr Gv 21,20-25).

Queste parole – che troviamo alla fine del Vangelo di Giovanni – sono come un sigillo di verità sulla persona di Gesù

e quindi sulla sua missione di salvezza. Giovanni è testimone! Così come lo sono le comunità cristiane da lui fondate

o visitate. Grazie a loro, anche noi abbiamo ricevuto il dono della fede e siamo chiamati ad essere testimoni …

La fede in Gesù è vita e si trasmette per testimonianza a cominciare dalle famiglie …

《Vieni Santo Spirito, rendici testimoni credibili di Dio-Amore, rivelato in Cristo Gesù》.

Buona giornata, p. Antonio.

《Simone, figlio di Giovanni, mi ami tu?》  (cfr Gv 21,15-19).

Secondo le parole di Gesù, non ci sono dubbi: è l’amore che caratterizza la relazione con Gesù e la missione che egli

affida a chi decide di seguirlo nello stato di vita in cui si trova. Anche a me,  a te, Gesù non chiede altro che:

“… Mi ami tu?”  《Santo Spirito, fa ‘ che la mia risposta sia sempre vera, decisa, totale, in ogni attimo della vita:

“Signore,  tu sai tutto di me, tu sai che ti voglio bene, aiutami ad amarti come tu mi ami …” 》.

Buona giornata, p. Antonio.